La bicicletta è centrale nelle strategie turistiche

«Andare in bici non è fare ciclismo, perché la bicicletta è un mezzo di trasporto e, come tale, si colloca all’interno di tutte le tematiche di cambiamento climatico, inquinamento, tutela dell’ambiente, congestione del traffico, sicurezza». Antonio Dalla Venezia, referente FIAB per il progetto Bicitalia, ha spiegato in questi termini l’approccio che istituzioni, politica, aziende e in generale l’opinione pubblica dovrebbero assumere di fronte alla mobilità ciclistica.

Secondo i dati più aggiornati il numero degli italiani interessati al cicloturismo è pari a 8 milioni, circa il 16% della popolazione maggiorenne. «Fino al 2019 il mercato internazionale rappresentava il 70% del cicloturismo in Italia mentre, oggi, siamo a un 50/50 – secondo Maria Elena Rossi, direttore marketing e promozione di ENIT – e la promozione dei territori italiani deve essere rivista in chiave cicloturistica». Se qualcuno ha viaggiato in autostrada in queste settimane, avrà notato che ormai una grande maggioranza di auto caricano le bici al seguito: perché non c’è solo la vacanza in bici, ma ormai quasi tutte le vacanze integrano esperienze attive che i cittadini vogliono fare in bici.

Dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili filtrano notizie secondo cui l’atteso Piano Nazionale per la Mobilità Ciclistica dovrebbe finalmente essere approvato entro metà settembre. Si tratta di uno strumento fondamentale (ad esempio la Spagna lo ha già adottato) per costruire progetti e programmi per lo sviluppo della mobilità quotidiana in bicicletta e per la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica, per la quale è stato scelto di utilizzare, come punto di partenza, la rete Bicitalia di FIAB, già mappata negli anni da nostri volontari e tecnici.

Tema chiave quando si parla di cicloturismo è quello dell’intermodalità bici+treno. I passi avanti ci sono in Italia, come dimostra anche il rinnovo completo dei treni regionali dell’ Emilia Romagna, ma ancora molto deve essere fatto, come l’estensione a tutte le regioni e la possibilità di carico sugli autobus.

Qualsiasi siano le vostre capacità ed esperienze, sono tantissime le escursioni e le gite in bicicletta verso le cascine dietro casa, nei parchi regionali, lungo l’argine di un fiume o sulle ciclabili alla scoperta di piccoli borghi e bellezze artistiche e naturali.

Posted in FIAB sui Media and tagged .