Il 10 aprile FIAB rileva i flussi ciclistici- pedonali di Modena.

Il 10 aprile 2018 Fiab Modena svolgerà il primo rilevamento annuale dei flussi ciclistici nella città di Modena, monitorando i percorsi da e verso il centro storico di biciclette e pedoni.

Dal 2008, due volte all’anno, in aprile e in settembre, dalle 7,30 alle 8,45, i volontari dell’associazione conteggiano il numero di biciclette che transitano per determinati luoghi della città per monitorare la mobilità ciclo-pedonale di Modena. I dati così raccolti vengono regolarmente trasmessi al comune a titolo assolutamente gratuito.

Questo è il primo rilevamento che la federazione effettua nel 2018.

Purtroppo, anche nel 2017 non abbiamo rilevato un aumento del numero dei ciclisti: 2907 ciclisti sono stati conteggiati nel settembre scorso, contro i 3120 dell’aprile precedente.

Questa tendenza negativa perdura almeno dal 2013, e da una successiva analisi dei dati crediamo che le motivazioni sostanziali siano:

  1. la percezione da parte dei ciclisti della carenza di sicurezza nel percorrere le strade della città in bicicletta, a causa del traffico intenso e dell’elevato numero di strade a scorrimento veloce.
  2. la percezione da parte dei ciclisti d’un elevato numero di furti di biciclette, cui si accompagna la percezione d’una mancanza di politiche di contrasto atte a ridurli.
  3. la creazione di due grossi parcheggi scambiatori (ex-AMCM e NoviSad) a ridosso del centro storico che spinge gli automobilisti a raggiungere il centro città in auto.

La mobilità pedonale, anch’essa monitorata dai volontari Fiab, è invece in costante aumento. La possibilità di poter parcheggiare la propria auto in prossimità del centro storico sembra invogliare i pendolari a recarsi in città utilizzando l’auto. Dopo aver attraversato quindi buona parte della città, gli automobilisti utilizzano i due parcheggi scambiatori menzionati qui sopra per lasciarvi l’auto e raggiungere poi il centro storico a piedi.

FIAB MODENA
www.modenainbici.it

Posted in FIAB sui Media.