ArteBici> IL MONDO FUGGEVOLE DI HENRI TOULOUSE_LAUTREC – Palazzo Reale, Milano

Quando:
14 gennaio 2018@7:00–20:00
2018-01-14T07:00:00+01:00
2018-01-14T20:00:00+01:00
Dove:
Palazzo Reale
Milano MI
Italia
Contatto:
Diana e Eugenia
347 4506510 /// 338 3488082

Lautrec nasce in una nobile famiglia ma dai primi anni della sua vita si ritrova con una salute cagionevole che durante la sua adolescenza lo costringe a sottoporsi a frequenti cure termali e a non poter frequentare corsi di studi pubblici. Avrà un arresto della sua crescita e la sua statura si arresta  a 1 metro e 52. Nei periodi di convalescenza che lo costringono a lunghi periodi di inattività si dedica a leggere, disegnare e dipingere tanto che inizierà a prendere lezioni da un professionista e da semplice passatempo per ingannare il tempo, disegnare e dipingere, diventeranno una vera passione tanto da portarlo a fare della sua carriera artistica la sua ragione di vita.

Dopo lezioni di disegno e pittura apprese presso vari artisti, acquisite le capacità tecniche per essere libero di esprimersi, s’inoltra in un’arte tutta sua con lo sguardo verso Degas,  Manet e non ultimo   Van Gogh e altri artisti suoi contemporanei che lo porteranno a costruirsi uno stile tutto suo. Difatti Lautrec è un artista indipendente che si lascia influenzare da ciò che più gli aggrada. In seguito prenderà la decisione di trasferirsi a Montmartre tra gli artisti Bohémien.

L’ampia mostra al Palazzo Reale Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec è accompagnata da musiche del can-can (con un bel filmato originale dell’epoca) comprende – 200 opere, di cui 35 dipinti, e poi affiches, manifesti, litografie, acqueforti, fotografie) – dedicata a Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec (1864-1901) e uscendo dalla quale non si può fare a meno di pensare che per l’artista francese il disegno deve essere stato una formidabile terapia, per assaporare, di luce riflessa,  la vita “fuori dagli schemi” che il suo fisico mai gli concesse di fare.

Con opere che arrivano dal Musée Toulouse-Lautrec di Albi e da musei come la Tate di Londra e la National Gallery di Washington oltre a varie fotografie in bianco e nero dell’epoca, ci immergiamo nell’incantevole mondo di Toulouse. Mondo fuggevole sia perché popolato dagli animali della notte di Parigi, che si muovono lesti a Montmartre, dal Moulin dea la Galette al Divan Japonais, sia perché in fondo sfuggente all’artista, che lo abita sì, ma solo come spettatore. Toulouse-Lautrec è parte di quel mondo, ma non fino in fondo.

I suoi disegni eseguiti con tratto veloce e nervoso riprendono siluette femminili incantevoli e tutti i dettagli della moda dell’epoca, dalle piume sui cappellini alle giarrettiere, dai guanti neri alle crinoline, e poi quelle gambe alzate per ballare, le sigarette in mano, i gatti in grembo e poi ancora le donne che si imbellettano, quelle che ammiccano, quelle che mostrano

Le case chiuse con le loro prostitute pronte ad affrontare l’ennesima notte, i locali dove si balla e si beve fino all’alba, i retrobottega dei teatri di quartiere, gli angoli più bui dei bar diventano per questo artista una sorta di “rifugio sicuro”, un atelier di vita da cui osservare il mondo degli ultimi per metterlo su carta.

 

SONO APERTE LE ISCRIZIONI

(e si accettano fino al raggiungimento di  25 iscritti)

Costo € 60,00 (Comprende viaggio in pullman, Guida Dott. Brighenti già da Modena, radioline, Ingresso Mostra, ingresso Castello Sforzesco per vedere la Pietà Rondanini di Michelangelo)

Partenza ore 7:00 dal parcheggio della Motorizzazione Civile di Modena

Ora rientro intorno alle 20:00 stesso luogo della partenza.

 

Eugenia Tel 338 3488082

Diana Tel 347 4506510

Posted in .